Domenica impegnativa per i volontari del Soccorso Alpino Toscano della Stazione Appennino che sono stati occupati in due interventi di recupero

0
983
Soccorso Alpino Toscano

Giornata impegnativa per i volontari del Soccorso Alpino Toscano della Stazione Appennino che sono stati occupati in due interventi di recupero.

Il primo intervento si è svolto in località Ca’ di Giamba (comune di Sambuca Pistoiese, PT) per un biker ferito sul sentiero 2.
L’uomo, fuori con un gruppo di bikers, è caduto procurandosi numerosi traumi.
I compagni hanno dato l’allarme e subito sono intervenuti sul luogo dell’incidente una squadra di volontari del SAST ed il personale del 118.
Il ferito, che si trovava qualche chilometro all’interno del bosco, è stato raggiunto dai volontari del Soccorso Alpino, stabilizzato ed imbarellato per poi essere trasportato in codice giallo all’Ospedale di Pistoia.
L’intervento iniziato intorno alle ore 12 si è concluso alle 14 circa.

Intorno alle ore 19 è invece partito l’allarme per il secondo intervento, che ha avuto luogo sull’Alpe Tre Potenze (1940 m s.l.m.) per un signora ferita.
La donna si trovava sul sentiero 104 dalla Val Sestaione verso il Bivacco Lago Nero quando, durante l’escursione, è caduta provocandosi un trauma ad un arto inferiore che ha reso impossibile il rientro.
Le persone che erano con lei hanno chiamato i rifugisti del Bivacco i quali hanno poi allertato SAST e 118.
Sul luogo è intervenuta una squadra a terra di volontari del Soccorso Alpino e l’Elisoccorso EliPavullo, elicottero della Regione Emilia Romagna (poiché tutti gli Elicotteri toscani erano impegnati in altri interventi).
La donna è stata recuperata ed elitrasportata fino all’Abetone, alla piazzola Uccelliera, dove un’ambulanza l’ha portata in codice giallo fino all’Ospedale di Pistoia.
L’intervento si è concluso alle ore 21.

Alma Rinaldelli
Addetta stampa SAST