Lungo intervento di recupero durato tutta la notte e conclusosi nella mattinata …

0
127

Lungo intervento di recupero durato tutta la notte e conclusosi nella mattinata di stamani quello che ha coinvolto il Soccorso Alpino e Speleologico della Toscana nella zona del Monte Lavane.
L’attivazione è arrivata intorno alle 18.30 di ieri, Domenica 22 Gennaio, per un gruppo di escursionisti in difficoltà sul Monte Lavane (1242 metri s.l.m.).
Gli escursionisti, colti dal maltempo, sono riusciti a raggiungere la Capanna del Partigiano, un bivacco dove hanno trovato riparo dal meteo avverso.
Sul posto si è diretta una squadra di tecnici della Stazione Monte Falterona.
I tecnici dal Passo della Peschiera hanno impiegato più di quattro ore per raggiungere il bivacco a causa della bufera e del sentiero ricoperto da più di un metro di neve fresca.
La squadra del Soccorso Alpino ha dovuto infatti battere la traccia nella neve con le ciaspole per circa 6 km fino alla Capanna, che hanno raggiunto intorno alle 2.30 di stamani.
I quattro ragazzi una volta raggiunti non riportavano problemi a livello sanitario, salvo per stanchezza e un po’di di freddo.
Sul posto si è in seguito diretta una seconda squadra di tecnici della Stazione Monte Falterona e una squadra del SAER (Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna), in supporto per le operazioni di recupero.
I tecnici, 13 in tutto, hanno piano piano riportato al Passo della Peschiera il gruppo di escursionisti.
L’intervento si è concluso intorno alle 10 di stamani.

Le operazioni sono state complicate dalla brutta situazione meteo che non ha accennato a migliorare col passare delle ore e dalla poca possibilità di comunicazione con le squadre a causa della mancanza pressoché totale di copertura telefonica e radio.

Soccorso Alpino e Speleologico Emilia Romagna – CNSAS