Metà agosto di duro lavoro per il Soccorso Alpino Toscano

0
1033
soccorso alpino toscano

Sono stati due giorni di duro lavoro, questi appena trascorsi,  per il Soccorso Alpino Toscano.
Complici il gran caldo e il ponte di ferragosto molte persone in tutta la toscana si sono riversate sulle nostre montagne in cerca di refrigerio.
Come sempre il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano ha vegliato e aiutato tutti coloro che ne hanno avuto bisogno.

Questi gli interventi degli ultimi due giorni:

Abetone, Pistoia 14/08/2016 – Intervento della Stazione Appennino per un escursionista ferito.
Allertati dal 118 intorno alle ore 14.00 una squadra del Soccorso alpino Toscano stazione Appennino è intervenuta, congiuntamente ai Vigili del Fuoco, per il recupero di un’escursionista ferita.
La donna (cinquantadue anni) è scivolata sul sentiero che stava percorrendo procurandosi un trauma ad un arto inferiore. È stata raggiunta, stabilizzata ed in seguito accompagnata fino a valle dove attendeva un’ambulanza.
L’intervento si è concluso alle ore 15.00 circa.

Lucca, Cerasa 14/08/2016 – Intervento della Stazione di Lucca per ricerca e recupero di un disperso.
Sono stati attivati alle ore 18.00 i volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della Stazione di Lucca per un intervento di ricerca in località Cerasa, nel comune di Pieve Fosciana (Lucca).
Una coppia di escursionisti stava risalendo un torrente in quella zona quando si sono allontanati l’uno dall’altra, la compagna dopo un po’ non avendolo rincontrato ha deciso di rientrare all’agriturismo a Cerasa e di allertare i soccorsi. Subito è partita una squadra di volontari del SAST, alle ore 19 circa l’uomo, P.T (58 anni di Lucca), è stato localizzato in località Mulino del Volpiglione (Castiglione di Garfagnana, Lucca).
Una volta raggiunto è stato recuperato ed accompagnato alla macchina.
Salvo qualche segno di affaticamento P.T era incolume.
Intervento concluso alle ore 19.47.

Pistoia, Abetone 15/08/2016 – Intervento della Stazione Appennino per un ciclista ferito sulle piste.
I volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della Stazione Appennino sono stati attivati intorno alle ore 14.30 per un ferito sulle piste da downhill lungo l’Ovovia dell’Abetone (Pistoia).
L’uomo, S.F (34 anni, di Lucca), stava scendendo le piste con la bici quando si è ribaltato rovinosamente procurandosi diversi traumi.
Sul posto è intervenuta una squadra di volontari del SAST della Stazione Appennino che ha raggiunto il ferito e lo ha stabilizzato con le manovre di primo soccorso effettuate dall’infermiere del SAST.
Per il recupero del giovane, a causa delle dolorose fratture riportate, è stato richiesto l’intervento dell’Elisoccorso Pegaso 3. Una volta giunto sul posto l’Elicottero è atterrato ed ha imbarcato S.F che è stato in seguito portato all’Ospedale di Lucca. L’intervento si è concluso alle ore 16.00 circa.

Arezzo, Bagni di Cetica 15/08/2016 – Intervento della Stazione Monte Falterona per il recupero di un escursionista.
I volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano sono stati allertati in nottata per il recupero di un escursionista bloccato sul sentiero 00 del CAI.
L’uomo, M.B (41 anni), era partito da Incisa in Val D’Arno (FI) poi aveva proseguito per Loro Ciuffenna (AR) per poi salire la dorsale del Pratomagno.
Ha proseguito lungo lo 00 fino a dove il sentiero si incrocia con la strada che arriva dai Bagni di Cetica dov’è poi avvenuto il recupero.
La squadra di volontari del SAST della Stazione Monte Falterona, una volta localizzato lo ha raggiunto.
L’uomo riportava evidenti segni di affaticamento, soprattutto muscolare e si era impaurito alla vista di un paio di lupi. Il recupero è stato effettuato alle ore 23.20.

Alma Rinaldelli
Addetta stampa SAST