Un Lungo weekend di lavoro per il Soccorso Alpino Toscano

0
1154
Soccorso Alpino Toscano

XVII DELEGAZIONE APUANA:  Il weekend che prelude alla Festa del Primo Maggio ha fatto registrare due interventi nel gruppo delle Alpi Apuane. Con l’arrivo della bella stagione le Apuane vedono un aumento di frequentatori e la particolare conformazione di questo gruppo montuoso attrae varie tipologie di amanti della montagna. Il primo intervento ha avuto luogo in un contesto alpinistico, mentre il secondo si è verificato durante una classica attività escursionistica.
Sabato la Stazione di Massa è stata attivata per un intervento sopra il paese di Forno. Due alpinisti di Empoli erano intenti nell’apertura di una nuova via al Picco di Navola, Canal di Navola.
Uno dei due, a seguito di un volo di una decina di metri, ha riportato un trauma ad una caviglia. Viste le ottime condizioni meteo, sul posto si è diretto immediatamente l’elicottero Pegaso 3 che ha recuperato l’infortunato trasportandolo al Nuovo Ospedale Apuano di Massa.

Pegaso 3 di nuovo protagonista Domenica quando la Stazione di Lucca è stata attivata per un intervento nel comprensorio del M.Forato. Un escursionista di 28 anni, risalendo in comitiva il sentiero 12 che sale da Fornovolasco, è stato colto da vertigini e panico. Il medico di bordo ha provveduto a sedare l’uomo, che poi è stato imbarcato e portato alla base di Cinquale.

Paolo Romani
Addetto Stampa Nord SAST

XXIII DELEGAZIONE APPENINICA: Intervento SAST della Stazione Monte Amiata, località Sempronio (comune di Scansano) – Grosseto.
Una squadra di volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della stazione Monte Amiata è stata allertata  sabato 29 aprile, dal 118 Siena-Grosseto per un escursionista ferito in località Sempronio nei pressi di Rocchette di Fazio nel comune di Scansano (Grosseto).
L’escursionista (1955, di Roma) è caduto nei pressi di un ponte scivolando fino alle rocce dell’argine del fiume sottostante procurandosi numerosi traumi.
Il target è stato raggiunto dalla squadra a piedi ma sul posto è intervenuto anche l’Elisoccorso Pegaso 2 da Grosseto.
La localizzazione del ferito è stata più complicata del previsto a causa delle poche informazioni e della mancanza di segnale.
Una volta individuato, il Tecnico d’Elisoccorso del SAST ha recuperato l’uomo con il verricello ed è stato poi Elitrasportato all’Ospedale di Grosseto.
L’intervento è finito a fine pomeriggio.

Alma Rinaldelli
Addetta Stampa SAST