Domenica impegnativa per il Soccorso Alpino Toscano

0
965
Soccorso Alpino Toscano

Domenica impegnativa per il Soccorso Alpino Toscano, quella appena trascorsa ha visto impegnati i tecnici del Soccorso Alpino impegnati su più fronti.

Intorno alle 14 la Stazione di Querceta del Soccorso Alpino Toscano è stata attivata per intervenire su un’escursionista originaria di Lucca che ha riportato un trauma alla caviglia mentre stava percorrendo il sentiero che collega il Rifugio Forte dei Marmi al Callare del Matanna.
I tecnici del SAST hanno raggiunto il target da terra, mentre sul posto si è diretto Pegaso 3, quest’ultimo però ha dovuto ripiegare nella Mediavalle per un infortunio capitato ad un praticante di parapendio, la centrale operativa ha quindi attivato immediatamente l’elisoccorso Pegaso 1, che ha scaricato al Callare il tecnico e il personale sanitario.
L’equipaggio e la squadra a terra si sono incontrati sul luogo dell’infortunio dove l’escursionista, le cui condizioni non sono gravi, è stata stabilizzata, verricellata a bordo e trasportata a valle.

Sempre sulle Apuane, intorno alle ore 16, c’è stata l’attivazione della Stazione di Lucca per un intervento su un alpinista originario dell’aretino facente parte di una comitiva impegnata in un’escursione invernale nei pressi della Pania Secca. L’uomo è caduto ed ha riportato una serie di traumi che fortunatamente non si sono rivelati gravi.
L’intervento è stato risolto dall’elicottero Pegaso 2, che ha raggiunto il target ed ha provveduto a verricellare a bordo l’infortunato.

Addetto Stampa SAST
Paolo Romani