Domenica impegnativa per la Stazione Appenninio Toscano del Soccorso Alpino Toscano

0
1169
Soccorso Alpino Italiano

Ieri il comprensorio dell’Abetone, mentre era in pieno svolgimento l’iniziativa “sicuri sulla neve”, è stata teatro di un paio di incidenti che hanno interessato alcuni escursionisti e che hanno visto impegnati i volontari della stazione Appennino Toscano del Soccorso Alpino Toscano.
Il primo intervento, in concomitanza del presidio in località Lago Nero, ha avuto conseguenze fortunatamente lievi e ha visto la caduta di un escursionista che è stato medicato sul posto.
Il secondo, ben più complesso ha avuto ad oggetto il salvataggio di un escursionista caduto mentre stava effettuando una traversata.
Una coppia, marito e moglie, stava percorrendo con ciaspole ai piedi il sentiero 507, da Casa Coppi in Val di Luce in direzione Passo al Giovo, in Emilia Romagna.
Mentre erano alle prese con un traverso, l’uomo (classe 1964 di Firenze) è scivolato per 40 metri riportando un trauma cranico e traumi agli arti inferiori. L’allarme è stato dato immediatamente dalla moglie.
Da Lago Nero e dalla Val di Luce sono partite due squadre del SAST e nel frattempo è stato richiesto l’intervento dell’elicottero Pegaso 3. A supporto delle operazioni anche una squadra del SAER.
L’elicottero in un primo momento a causa elle condizioni atmosferiche non ce l’ha fatta a raggiungere il target. I soccorritori del SAST, con il proprio personale sanitario, hanno stabilizzato l’infortunato e hanno impedito il sopraggiungere dell’ipotermia.
Alla fine l’elicottero ce l’ha fatta a raggiungere il target e a trasportare l’infortunato in codice giallo all’ospedale di Pistoia.
Le condizioni della neve riscontrate oggi erano pessime con la presenza del cosiddetto “vetrato”, ghiaccio vivo che ha reso ancor più delicate le operazioni di recupero.

Paolo Romani
Addetto Stampa Nord SAST