La Stazione di Carrara e Lunigiana del Soccorso Alpino Toscano è intervenuta sera per un intervento su un cercatore di funghi nella zona di Caprigliola

0
1156
Soccorso Alpino Toscano

La Stazione di Carrara e Lunigiana del Soccorso Alpino Toscano è stata attivata Mercoledì sera per un intervento su un cercatore di funghi nella zona di Caprigliola Madonna Dell’Angelo (Santo Stefano Magra).
L’attivazione è arrivata da parte dei VVFF verso le 19.45: il cercatore di funghi, sull’ottantina, è scivolato in un canalone ma fortunatamente è rimasto sempre in contatto telefonico con i soccorritori.
La zona, molto impervia e con fitta vegetazione, ha reso complicata la localizzazione dell’uomo ma grazie al contatto telefonico è stato possibile indirizzare il disperso verso una zona più accessibile chiedendogli di scendere seguendo la linea telefonica e di fermarsi ad un palo fino a quando non avesse sentito la sirena del mezzo di soccorso. A quel punto gli uomini del SAST e i VVFF lo hanno raggiunto e aiutato a risalire fino al sentiero.
Nonostante la notte passata all’addiaccio e qualche escoriazione, l’uomo è stato trovato in buone condizioni.
Da sottolineare anche in questo caso l’ottima cooperazione tra il Soccorso Alpino e Speleologico ed i VVFF.

Paolo Romani
Addetto Stampa Nord SAST