Due interventi in una sola giornata per la Stazione di Lucca del del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano

0
924
occorso Alpino e Speleologico Toscano
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Lucca, 3/10/2016 – Nella giornata di ieri la Stazione di Lucca del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è stata impegnata su due interventi.
Il primo intervento è iniziato intorno nel primo pomeriggio ed ha coinvolto un uomo di 59 anni, B.G. di Lido di Camaiore. L’uomo stava effettuando una gita insieme ad altri 14 escursionisti sul Monte Pratofiorito, nel comune di Bagni di Lucca. Percorrendo il sentiero che scende a Colle a Serra, è accidentalmente caduto procurandosi una sospetta frattura alla caviglia. I volontari del Sast, allertati dalla centrale operativa del 118, lo hanno raggiunto ed hanno gestito le operazioni per il recupero tramite verricello a bordo dell’elicottero Pegaso 1 che lo ha poi trasportato all’ospedale Versilia.
Il secondo intervento è avvenuto intorno alle 16 sempre nel Comune di Bagni di Lucca. Una donna (S.V. di 78 anni) intenta alla ricerca di funghi nei pressi della Frazione Monti di Villa, ha perso l’orientamento e si è smarrita nel bosco. I tecnici della stazione di Lucca grazie alle indicazioni della figlia della donna, l’hanno localizzata e accompagnata alla macchina.

Il Soccorso Alpino rinnova l’invito a prestare la massima attenzione durante tutte le attività che si svolgono sui nostri monti, specialmente in questo periodo dell’anno che registra un’elevata affluenza di cercatori di funghi.
Dunque lasciare sempre detto dove si è diretti, non avventurarsi in terreni non tracciati e valutare sempre le condizioni meteo.
In ogni caso è d’obbligo dotarsi sempre di un equipaggiamento adatto a fronteggiare l’ambiente montano a cominciare dalle calzature, anche nei tragitti considerati più facili.

Paolo Romani
Addetto Stampa Nord SAST