Tre interventi in due giorni per il Soccorso Alpino Toscano

0
1036
Soccorso Alpino Toscano

San Marcello Pistoiese 23/10/2016 – una squadra del Soccorso Alpino Toscano della Stazione Appennino è intervenuta in località Pratorsi ( a circa mt 1000 slm), nel Comune di San Marcello Pistoiese.
Un’ escursionista è caduta mentre stava percorrendo una strada Forestale. La donna, che ha riportato una distorsione al ginocchio, si trovava assieme al figlio che ha immediatamente dato l’allarme.
Il mezzo fuoristrada del Soccorso Alpino ha così raggiunto madre e figlio portandoli fino all’ambulanza, situata in prossimità dell’Osservatorio Astronomico.

Pistoia, 22/10/2016 – Nella tarda serata la Stazione Appennino del Soccorso Alpino Toscano è stata impegnata in un intervento di ricerca in località Pracchia, frazione montana situata a circa 700 mt s.l.m., nel Comune di Pistoia.
Un uomo di 73 anni era partito verso le ore 12 per andare a cercare funghi. Con il passare delle ore e non vedendolo rientrare, il cognato alle 19,30 ha dato l’allarme chiamando i Carabinieri.
Sul posto sono stati inviati gli uomini del Soccorso Alpino (con una squadra composta da tecnici e personale sanitario) che hanno localizzato con successo l’uomo intorno alle ore 22.
La squadra ha provveduto dunque a riaccompagnarlo alla base dei soccorsi dove ad attenderlo c’erano i figli. L’intervento si è concluso alle ore 23.00.

Pratovecchio Stia, 22/10/2016 – Intervento della Stazione Monte Falterona per recupero dispersi, località Pian di Cotozzo.
I volontari del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano sono stati allertati nel pomeriggio, per un intervento di ricerca dispersi.
L’allerta è arrivata intorno alle ore 15.00 da due cercatori di funghi romagnoli nella zona del Passo della Calla.
La coppia era partita stamani dal Passo della Calla e invece di tornare verso la Romagna hanno sbagliato sentiero e si sono trovati nella zona di Pian di Cotozzo (comune di Pratovecchio Stia)
Grazie ai cartelli presenti su tutto il territorio hanno chiamato direttamente il numero di reperibilità del Soccorso Alpino e Speleologico competente per quella zona.
Subito è partita una squadra a terra di volontari che, grazie alla conoscenza del territorio, ha individuato il luogo dove i dispersi sostavano.
Lì, li hanno recuperati con i mezzi di soccorso e li hanno accompagnati alla macchina, entrambi in buone condizioni di salute.
L’intervento si è concluso intorno alle ore 16.00.
La presenza di questi cartelli posizionati sui sentieri permette una maggior rapidità d’intervento e nasce da una collaborazione tra il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano (SAST) e l’Ente Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.
Il frutto di questa stretta collaborazione è il “Progetto Parco Sicuro” che ha reso possibile la diffusione su tutto il territorio del Parco di cartellini di soccorso o “Punti di Chiamata.
Questi cartelli sono tutti geo-referenziati e contrassegnati da un numero che permette di far capire ai tecnici del Soccorso Alpino il luogo esatto dell’intervento.
E non meno importante, riportano i numeri di reperibilità del SAST (335281002) e dell’emergenza sanitaria 118 da contattare in caso di bisogno.

Alma Rinaldelli – Paolo Romani –
Ufficio stampa SAST