2 e 3 aprile 2016, La Stazione di Lucca e il Corpo Forestale di Stato per una due giorni sulla nivologia

0
1119

Sono stati due giorni molto proficui ed interessanti quelli di sabato e domenica dedicati dai tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano della stazione di Lucca per l’inizio di una preziosa collaborazione atta a contribuire alla produzione delle già buonissime previsioni del servizio Meteomont del Corpo Forestale dello Stato sulle nivologia e rischio valanghe in Appennino settentrionale ed in Apuane.
Il primo giorno in aula è stata trattata alla parte “teorica”, con approfondimenti sulle caratteristiche dei processi dinamici del manto nevoso tipici della zona geografica d’interesse e sulle modalità di studio e raccolta dati, mentre il secondo giorno è stato dedicato alle numerose prove pratiche di misurazioni e valutazioni varie necessarie per la redazione del bollettino presso la stazione di rilevamento posta a San Pellegrino in Alpe, inserita nella rete dei punti di rilevamento Meteomont del settore 02 – Appennino Settentrionale Tirrenico .
Il programma verrà continuato ed approfondito a inizio del prossimo inverno, quando saranno trattati con maggior attenzione i temi sulla formazione delle valanghe. Grande impegno della stazione che crede in una forte e duratura collaborazione con il Corpo Forestale, al fine di poter apportare più dati e da più località possibili per rendere il servizio di Meteomont ancora più preciso, affidabile e sicuro per tutti i frequentatori della montagne toscane.