Gli interventi del weekend dell’11 e 12 Marzo sulle Alpi Apuane

0
316

La stazione di Carrara e Lunigiana è stata attivata Sabato sera in zona Fontia (MS) per la ricerca di un escursionista che aveva smarrito il sentiero. L’uomo, classe 1970 originario di Carrara, era sprovvisto di pila frontale. La squadra dei soccorritori l’ha raggiunto e riaccompagnato all’attacco del sentiero.

La stazione di Lucca Domenica è intervenuta nel comprensorio di Pescaglia (LU) per soccorrere un boscaiolo ferito. Il quarantenne, colpito al torace da un ramo di medie dimensioni, accusava un forte dolore toracico, accompagnato da dispnea e breve perdita di coscienza. L’allarme è arrivato da un parente che si trovava sul posto. I primi ad arrivare sul luogo sono stati i VdF e il 118 di Borgo a Mozzano con ambulanza medicalizzata. Il medico del 118, valutato l’ambiente troppo impervio, non ha potuto raggiungere il ferito e quindi è stato attivato l’elisoccorso Pegaso e il Soccorso Alpino.

Il primo sanitario giunto sul ferito è stato il medico dell’elisoccorso, che ne ha valutato le condizioni procedendo ad imbarellamento su spinale e al verricellamento sull’elicottero, mentre sul posto si trovavano i tecnici del CNSAS al completo per supportare le operazioni.

Doppio intervento invece nella serata di Domenica per la stazione di Querceta.

Il primo ha riguarda due escursioniste nella zona del Monte Corchia – Levigliani. Le due donne, classe 72 e 77, in discesa con il proprio cane dal sentiero dalle Voltoline, hanno intrapreso erroneamente una traccia di sentiero che le ha portate in una zona impervia presso l’ingresso della “buca del serpente”, uno dei numerosi ingressi dei percorsi speleologici dell’Antro del Corchia. Ad un tratto l’animale si è pericolosamente bloccato su una cengia esposta. All’arrivo dei soccorritori il cane fortunatamente è riuscito a raggiungere le escursioniste ma le condizioni del terreno e il buio hanno indotto i tecnici ad attrezzare una corda fissa che ha permesso il rientro a valle della comitiva.

Contemporaneamente è scattato l’allarme per un gruppo di escursionisti originari di Massa classe 1998 e 1999 in difficoltà nel gruppo del monte Sumbra. I due giovani, assolutamente non attrezzati per un’escursione invernale, avevano attaccato il sentiero 144 per effettuare il percorso ad anello del monte Fiocca. Giunti in zona “Prati di Romecchio” si sono bloccati a causa della neve, a tratti ghiacciata. I tecnici di Querceta li hanno localizzati e raggiunti. Una volta messi in sicurezza, gli escursionisti sono stati riaccompagnati “in conserva” fino al Passo Sella.