Intervento notturno in Val Serenaia per la stazione di Lucca del Soccorso Alpino Toscano

0
47

Nella nottata la Stazione di Lucca del Soccorso Alpino e Speleologico Toscano è intervenuta in Val Serenaia (Comune di Minucciano) per soccorrere un escursionista infortunatosi lungo il sentiero 178, che da Orto di Donna porta alla Foce di Cardeto (1642m). L’attivazione è arrivata dal 118 nella serata di Giovedì.
La squadra dei soccorritori alpini si è portata sul sentiero e ha raggiunto l’uomo, P.S. classe ’52 originario di Firenze, che è stato accompagnato fino ad Orto di Donna dove un’ambulanza ha provveduto al successivo trasporto all’ospedale di Castelnuovo di Garfagnana. L’infortunio, che ha interessato spalla e gomito, è avvenuto a causa di una caduta avvenuta in fase di discesa dalla Foce di Cardeto alla Val Serenaia. L’uomo si trovava insieme alla moglie e sul posto è stato assistito da altri escursionisti che si trovavano sul sentiero.
IMPORTANTE: si coglie l’occasione per ricordare agli escursionisti di portare sempre con sé una pila frontale, anche in caso di escursioni diurne, poiché si rivela fondamentale in caso di soste non programmate o situazioni di emergenza.
Una pila frontale pesa pochi grammi, costa molto poco, è reperibile ovunque e costituisce un oggetto da tenere sempre nello zaino. Utilizzare la torcia del proprio smartphone non è assolutamente consigliabile in quanto va ad incidere sulla batteria, indispensabile per mantenere un collegamento con i soccorsi.

Paolo Romani
Ufficio stampa SAST