Domenica 19 Giugno SICURI SUL SENTIERO – Prevenzione degli incidenti nella stagione estiva

0
587
SICURI SUL SENTIERO

Con l’approssimarsi della stagione estiva la Montagna diventa una meta ambita non solo da coloro che praticano regolarmente escursionismo o attività legate al mondo dell’alpinismo, ma soprattutto da una larga fetta di appassionati che spesso non possiede quel grado di preparazione e conoscenza indispensabile per affrontare anche i cosiddetti terreni facili, quelli maggiormente esposti ai flussi turistici.
Domenica 19 Giugno il SAST, Soccorso Alpino e Speleologico della Toscana, nell’ambito del progetto Sicuri in Montagna, allo scopo di sensibilizzare e accrescere la consapevolezza del rischio nei confronti di coloro che si avvicinano alla montagna senza l’ausilio di professionisti – o che comunque gravitano all’esterno della struttura del CAI – sarà protagonista dell’iniziativa “sicuri sul sentiero”.
Sarà una giornata dedicata alla prevenzione degli incidenti ricorrenti durante i mesi estivi. Progressione su sentieri, ferrate, falesie e vie alpinistiche, grotte e canyoning ma anche ricerca di funghi: tutte quelle attività che costituiscono le cause di intervento più frequenti per i tecnici del Soccorso Alpino operanti sul territorio regionale.
Oltre alle squadre del SAST – che saranno presenti con presidi fissi sia sull’Appennino che sulle Alpi Apuane – l’iniziativa conterà su manifestazioni ed eventi organizzate sul territorio dalle Sezioni del CAI, dalle Commissioni e Scuole Centrali di Escursionismo e di Alpinismo Giovanile del CAI, dalle Scuole di Alpinismo del CAI, da Guide Alpine e da Enti ed Associazioni sensibili.
Più di 40 tecnici del SAST presidieranno i luoghi chiave dell’escursionismo montano in Toscana: Foce di Mosceta (presso il Rifugio Del Freo – Pietrapana), Piglionico (da dove si diramano i sentieri per le Panie), Vetricia (all’inizio dei sentieri per il Monte Giovo), Rifugio Lago Nero nel Comune dell’Abetone, Pian della Rasa (nel comune di Cantagallo – Prato) e Le Macinaie nel gruppo dell’Amiata. Un territorio molto vasto, che va dalla Lunigiana alla Maremma, dal Tirreno all’Appennino e nel quale il Soccorso Alpino è impegnato quotidianamente non solo per gli incidenti legati all’attività montana, ma per tutte quelle circostanze nelle quali è richiesto l’intervento specialistico in terreno impervio.
Domenica gli uomini del SAST saranno a disposizione per dispensare utili consigli a chi ne farà richiesta e per raccogliere informazioni circa la frequentazione di sentieri, ferrate, falesie, grotte ed altro.
L’elenco degli eventi, prontamente aggiornato, è visibile sul sito www.sicurinmontagna.it

Addetto Stampa Nord SAST
Paolo Romani