Stefano Rinaldelli riconfermato alla Presidenza del SAST

0
527
Stefano Rinaldelli

A fine Gennaio si è tenuta l’Assemblea Regionale per il rinnovo della Presidenza del Soccorso Alpino e Speleologico della Toscana. Oltre alla definizione della nuova Direzione Regionale, è stato eletto Stefano Rinaldelli nel ruolo di Presidente.
Giunto al terzo mandato, Rinaldelli è stato riconfermato per gli ottimi risultati del precedente triennio dove spiccano il rinnovo di due convenzioni con la Regione Toscana e la recente istituzione della figura del Tecnico di Centrale Operativa. Questa figura, presente durante i fine settimana presso la Centrale 118 Pistoia Empoli, svolge la funzione di coordinamento delle varie Stazioni territoriali del Soccorso Alpino durante gli interventi su terreno impervio su tutto il territorio regionale.
In organico del CNSAS dal 1995, Rinaldelli, che è anche UCRS (Unità Cinofila Ricerca in Superficie), ha  rivestito anche il ruolo di Capostazione della Stazione Monte Falterona per due mandati e il ruolo di Delegato sempre per due mandati. La sua carriera alpinistica, dalla fine degli anni Settanta ad oggi, lo ha visto impegnato in spedizioni extraeuropee ed europee e in numerose ascensioni su tutto l’arco alpino. Molto legato al proprio territorio, è autore di “Galaverna verticale”, una guida agli Itinerari alpinistici nel Parco Nazionale del Monte Falterona, Campigna e Foreste Casentinesi.
Le qualità tecniche però sono state affiancate da un’attitudine gestionale in grado di affrontare momenti particolarmente difficili come quello caratterizzato dalla pandemia, dove il SAST è stato chiamato ad uno sforzo organizzativo straordinario, attuando procedure operative del tutto nuove. Sotto il suo mandato è stato reso operativo il servizio di ufficio stampa regionale, che ha permesso al sodalizio di affinare le capacità comunicative aumentando la visibilità dell’attività delle stazioni territoriali.
Il Presidente è stato eletto assieme alle figure del Vicepresidente Vicario Federico Galardi per la parte alpina e del Vice Presidente Mario Cecchi per la componente Speleologica.
Il pensiero di Rinaldelli va in primis ai Capostazione, che hanno deciso di riconfermare e dare quindi fiducia alla medesima squadra con l’obiettivo di consolidare il percorso di cambiamento e rafforzamento del SAST iniziato anni fa.

Ufficio Stampa SAST
Paolo Romani