Ventennale dell’Elisoccorso Pegaso 2 di Grosseto

0
1477
Soccorso Alpino Toscano

Il servizio di elisoccorso con base a Grosseto ha compiuto in questi giorni 20 anni di attività. Da allora si contano ben 10.100 missioni, 9.000 pazienti soccorsi, 11.236 ore volate, con una media di 70 voli mensili.
Nato nel 1999 nell’ambito del progetto regionale di elisoccorso, coordinato dalla Centrale unica regionale Toscana Soccorso, l’elisoccorso con l’aeromobile Pegaso 2 è operativo 24 ore su 24, con una media di 70 voli al mese. Il territorio di competenza della Base di Grosseto (anche se l’operatività è estesa a qualsiasi punto del territorio della Regione Toscana) è molto vasto: tre province della ASL Toscana Sud Est (Grosseto, Siena e Arezzo), settori di territorio della provincia di Livorno e Pisa e soprattutto tutte le isole dell’arcipelago toscano
Dal 2017 il servizio è stato implementato con l’attivazione del volo notturno grazie alla tecnologia NVG (Night Vision Googles).
Pegaso 2, è un elicottero “AW 139”, dotato di verricello e galleggianti di emergenza, con configurazione operativa multifunzione.
È in grado di ospitare un equipaggio standard di 6 operatori durante il volo diurno e 4 durante il notturno: oltre ai due piloti ed al tecnico del verricello , ci sono un medico, un infermiere del 118 e un tecnico di elisoccorso del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino delle Toscana (SAST). Uno staff in grado di stabilizzare le funzioni vitali del paziente e di trasportarlo tempestivamente alla struttura sanitaria più idonea. A livello regionale l’elisoccorso conta su tre basi operative: una a Firenze con Pegaso 1, una a Grosseto con Pegaso 2 e una a Massa con Pegaso 3.
La presenza a bordo del tecnico di elisoccorso, figura altamente specializzata del Corpo Nazionale Soccorso Alpino, permette un’operatività in sicurezza in ogni ambiente, sia esso ostile od impervio.

Paolo Romani
Addetto Stampa SAST